Giardinaggio

Innesto: tutto quello che c'è da sapere su questa tecnica orticola


La tecnica dell'innesto è, insieme a quella delle talee, una delle principali tecniche di propagazione per alberi e arbusti.

Seguendo questa guida, vedrai che eseguire un trapianto non è così complicato e può essere fatto da tutti.

  • Cos'è l'innesto?
  • Le condizioni da soddisfare per un innesto di successo
  • Quali sono le tecniche di innesto?

Cos'è l'innesto?

Definizione

Prima di entrare più in dettaglio sul innesto, è importante conoscere alcuni termini specifici.

  • Soggetto o portainnesto: come suggerisce il nome, questa è la pianta che servirà da supporto al trapianto. Quando quest'ultimo si è impostato, le radici del portainnesto forniranno i nutrienti necessari per la marza.
  • Corruzione: sezione di una pianta (spesso un ramo) destinata ad essere fusa con il portainnesto per riprodurre la specie o cultivar da cui deriva.
  • Cambium: tessuto vegetale posto appena sotto la corteccia. Puoi vederlo grattando delicatamente la corteccia e scoprendo una sottile pellicola verde chiaro. È il cambio che è all'origine delle radici di talee e stratificazione e che consente la fusione di un innesto su un portainnesto.

Capirai, l'innesto quindi consiste riunire due piante sane per farne una.

A cosa serve l'innesto?

Il trapianto è un metodo che consente moltiplicare piante impossibili da riprodurre per seme o talea. Permette anche ringiovanire un albero o un arbusto che sarebbe improduttivo (sia fruttifero che fiorito).

L'interesse dell'innesto è per combinare i vantaggi di entrambi gli elementi : vigore e resistenza per il portainnesto ed estetica o produzione di frutti per la marza. Ad esempio, le rose vengono innestate sui cinorrodi; il ciliegio, invece, è associato alla ciliegia o falsa ciliegia (Prunus mahaleb).

Di cosa ho bisogno per l'innesto?

Il attrezzature necessario per eseguire un trapianto è abbastanza elementare e si può trovare in tutti i garden center. Avrai quindi bisogno di:

  • di un innesto (una specie di coltello ricurvo) bene affilato e disinfettato;
  • rafia;
  • stucco o cera da innesto.

Quando eseguire un trapianto?

Il periodo dell'innesto differisce a seconda della tecnica utilizzata. Ma in generale, l'operazione viene eseguita presso primavera.
Per preparare i portinnesti si consiglia di rimuovere i soggetti inverno ; esclusi i periodi di gelo. Vengono quindi misurati in terreno fresco e idealmente posizionati lungo una palizzata o un muro esposto a nord. Lo scopo è ritardare il più possibile la rivegetazione in modo da mantenere intatte le gemme fino al momento dell'innesto. Questo processo si chiama "stratificazione ».

Le condizioni da soddisfare per un innesto di successo

Per mettere le probabilità dalla tua parte e consentire al tuo trapianto di prendere piede, devi seguire alcune regole:

  • La marza e il portainnesto devono essere salutare.
  • Per evitare possibili contaminazioni, l'innesto deve essere pulito e se possibile disinfettato.
  • Le piante da innestare devono essere compatibile. In generale, è meglio scegliere piante della stessa famiglia o dello stesso genere botanico.
  • Qualunque sia la tecnica utilizzata, il strati di cambio della marza e del portainnesto devono essere sovrapposto per il trapianto da prendere.
  • Quando il trapianto ha avuto luogo, rimuovere la legatura chi lo ha mantenuto. In questo modo eviterai un file strangolamento corteccia che lo renderebbe grasso.

Quali sono le tecniche di innesto?

Approccio innesto o innesto contraffatto

Questo tipo di innesto prevede l'unione di due soggetti tra loro mentre sono entrambi nel terreno (o in un vaso). Per ottenere un innesto per approccio, devi :

  • Prendi una striscia di corteccia dalla marza e dal portainnesto. Ciascuno dovrebbe avere le stesse dimensioni ed entrambi gli strati di cambio dovrebbero essere scoperti.
  • Applicare le due ferite una di fronte all'altra, facendo coincidere bene il cambiamento tra loro.
  • Usando la rafia, legare l'innesto e coprirlo con lo stucco per innesto.

La "presa" viene generalmente eseguita dopo due mesi. A questo punto, tagliare la parte superiore del soggetto sopra il sito dell'innesto. Quindi ripetere l'operazione per l'innesto, ma tagliando sotto il punto dell'innesto.

Questa tecnica deve essere eseguita in luglio, quando la circolazione della linfa è attiva.

Bocchetta o innesto di gemme

Questo tipo di trapianto è il più utilizzato moltiplicazione di rose e arbusti. Il germogliamento è praticato da luglio ad agosto (anche settembre). Per avere successo, questo innesto viene eseguito come segue:

  • Sul ramo del rampollo, fai un occhio (gemma) con la sua corteccia e il suo picciolo. Successivamente, tagliare la lama della foglia (parte larga e piatta della foglia) e controllare che non ci sia legno duro sotto lo scudo.
  • Eseguire un taglio a "T" sul portainnesto.
  • Sollevare la corteccia su ogni lato e inserire la mostrina.
  • Lega il tutto con la rafia; senza applicare mastice da innesto.

Se il trapianto è riuscito, quindi il picciolo deve staccarsi da solo in ottobre-novembre. All'inizio della primavera successiva, puoi tagliare il soggetto sopra il punto di innesto.

D'altra parte, se il picciolo diventa nero, si asciuga e non cade, allora l'innesto avrà fallito.

Innesto a fessura

Questa tecnica dovrebbe essere eseguita a inizio primavera ; poco prima della ripresa della vegetazione. Come per il germogliamento, un innesto a fessura richiede diversi passaggi:

  • Taglia il portainnesto orizzontalmente in modo che rimanga solo il piede.
  • Utilizzando un uncino affilato (e disinfettato), dividere il soggetto ad un'altezza di 4-5 cm a seconda del suo diametro.
  • Tenere lo slot aperto inserendo un cuneo al suo interno.
  • Seleziona gli innesti in modo che siano lunghi da 8 a 12 cm e soprattutto che abbiano 3 gemme.
  • Smussare ogni innesto alla sua base e su entrambi i lati.
  • Inserire delicatamente gli innesti facendo coincidere gli strati di cambio del soggetto e gli innesti.
  • Rimuovere il cuneo e legare l'innesto con la rafia.
  • Applicare mastice da innestare sulle parti esposte.

Innesto di corona

Questo tipo di innesto è utilizzato principalmente per rigenerare un albero adulto improduttivo e allo stesso tempo lo consente ricostituire l'architettura dell'albero ringiovanendo i suoi rami principali.

Per una migliore ripresa, il innesto di corona deve essere eseguito in aprile maggio ; quando il soggetto è in pieno svolgimento. Per riuscire a realizzare questo innesto, devi:

  • Seleziona innesti di circa 10 cm e con 3 occhi (o gemme).
  • Eseguire un taglio smussato di 2,5 cm alla base di ogni innesto.
  • Sui portinnesti praticare delle incisioni verticali sufficienti per accogliere le marze.
  • Inserire delicatamente l'innesto per dare tempo alla corteccia di staccarsi, assicurandosi che gli strati di cambio del soggetto e l'innesto coincidano.
  • Non resta che legare e masticare.

Potrebbe interessarti:

  • Tutto sulle talee


Video: Quando si fa linnesto: periodo e consigli. (Settembre 2021).